ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “ottobre 3, 2013”

NOLA. GIGLI, IL MAESTRO DE SIMONE DIRETTORE ARTISTICO DELLA FESTA ETERNA

FeltrinelliL’artista: “Esaltare l’anima di un popolo mai diventato massa”. Sottoscritto il contratto tra il maestro Roberto De Simone e la fondazione Festa dei Gigli di Nola. La firma che legherà il noto musicologo napoletano alla città è stata siglata questa mattina a Napoli durante la conferenza stampa tenutasi a Napoli, presso il salotto della libreria Feltrinelli di piazza De Martiri, alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Nola Geremia Biancardi, dell’assessore ai beni culturali Cinzia Trinchese, del presidente della fondazione Raffaele Soprano e dell’assessore regionale ai beni culturali Pasquale Sommese. Un oratorio musicale moderno sulla vita di san Paolino e un museo dedicato alla Festa tra gli obiettivi principali annunciati da De Simone. “La Festa dei Gigli è festa di popolo e di liberazione della schiavitù – ha dichiarato il maestro Roberto De Simone –. È opportuno eliminare tutti gli elementi accessori e spuri che nel corso degli anni si sono sovrapposti ai valori reali e propri di un evento che è e deve essere, una festa religiosa. Lasciamo ai salotti televisivi l’esaltazione del divo di turno e portiamo la cultura nei luoghi deputati alla sua promozione. Rivalutare il ruolo della musica e della canzone sarà tra i miei compiti principali ponendo attenzione a quei componimenti che esaltano la figura del patrono San Paolino e l’anima di un popolo che è rimasto popolo, senza diventare massa”. “È un momento storico per i Gigli di Nola – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi – che, per l’edizione 2014, potrebbero  fregiarsi dell’iscrizione nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale Unesco. Esportiamo le nostre eccellenze rappresentate dall’ identità del popolo nolano. Un progetto che il maestro De Simone saprà ben valorizzare attraverso strategiche azioni di promozione culturale”. “Sprovincializzare la Festa e portarla fuori dai confini territoriali – ha spiegato il presidente della Fondazione, Raffaele Soprano – è ciò che ci siamo proposti di ottenere. Un nuovo percorso che parte da oggi e che punta alla realizzazione di un progetto ben più ampio ed ambizioso che intendiamo portare avanti a cominciare già dalla prossima edizione della kermesse in onore di san Paolino. La stessa realizzazione del manifesto della Festa 2014 sarà affidato al fotografo Antonio Busiello, vincitore della International Print Exhibition 2013, per la sua foto “Il Cullatore””. “Oggi la città di Nola si fregia di una firma importante che darà sicuramente ulteriore lustro e prestigio alla nostra amata Festa dei Gigli – ha dichiarato l’assessore ai beni culturali Cinzia Trinchese –. Avere la possibilità di lavorare al fianco di un uomo di cultura come il maestro Roberto De Simone è motivo di orgoglio e di crescita professionale per tutti noi”. “La scelta della Fondazione di affidare la direzione artistica al maestro De Simone offre alla Festa la possibilità di fare un salto di qualità così da essere annoverata e riconosciuta a livello nazionale ed internazionale senza stravolgerne il dna – ha dichiarato l’assessore regionale ai beni culturali Pasquale Sommese –. C’è bisogno di un’azione forte di marketing territoriale e la presenza  di un artista di spessore  rappresenta una firma di garanzia e di qualità indispensabile per la crescita della nostra area”.

di Autilia Napolitano

NOLA. LA CRISI DELL’OSPEDALE SI AGGRAVA, SONO NECESSARI SUBITO ALMENO 7 INFERMIERI

Nonostante i ripetuti e continui comunicati tranquillizzanti della Direzione dell’ASL NA3 SUD (in qualche caso addirittura trionfalistici) le condizioni, strutturali ed operative, dell’Ospedale S. Maria delle Grazie di Nola continuano a peggiorare in modo clamoroso.

E’ stato annunciato solo in questi ultimi giorni la conclusione dei lavori di una nuova ala, durati circa 6 anni. Qualche mese fa fu ampiamente pubblicizzato l’ampliamento del reparto di Medicina. Ma, nonostante tutto, in questi giorni, riesplode, in tutta la sua gravità, la crisi  dell’Ospedale. Il 1 ottobre alle ore 17, presso la Direzione Sanitaria degli OORR Area Nolana, si sono incontrati il Direttore Sanitario dr. Luigi Stella Alfano ed i rappresentanti sindacali di Cgil Cisl Uil per discutere la grave e persistente carenza di personale infermieristico. In particolare Medicina, che nel mese di maggio ha attivato una nuova ala di degenza, ha sino ad oggi garantito l’assistenza grazie unicamente ad un turno straordinario. Si ricorda, ancora una volta, che la percentuale di infermieri per posti letto in servizio negli OO.RR. di Nola è la più bassa dell’ASL NA 3 SUD ed a tutt’oggi l’azienda non si decide a risolvere questa carenza organica (divenuta ormai gravissima e strutturale) nonostante le numerose e continue sollecitazioni sindacali. Il reparto di Medicina dell’Ospedale di Nola, ampliato nel maggio 2013, non può continuare a funzionare senza il numero di infermieri necessari. Solo in questo modo si potrà garantire il servizio minimo indispensabile. Il personale non è più disponibile a sopportare estenuanti e massacranti turni che ricadono negativamente sulla qualità del servizio e sulle condizioni dei degenti. Si registra, sempre di più, il diniego dei dipendenti ad effettuare ulteriori turni di straordinario. Si tratta, ormai di risolvere strutturalmente il grave problema della carenza di personale. Per questi motivi le Organizzazioni Sindacali Cgil Cisl Uil sollecitano l’unione funzionale di tutti i reparti omologhi degli Ospedali Riuniti, ottimizzando  e razionalizzando l’utilizzo delle risorse. Per questi motivi le Organizzazioni Sindacali fanno notare che sono in atto diversi trasferimenti in entrata e sentenze di assunzione in servizio presso la ASL NA 3 SUD, ma nessuna di queste viene assegnata all’Ospedale di Nola. Tutto ciò è assolutamente inaccettabile ed è evidentemente penalizzante per una Struttura Ospedaliera che, a parole si sostiene di voler valorizzare e rafforzare, ma che nei fatti si continua ad indebolire, mortificando la domanda di Sanità che dal territorio emerge con forza. In tal senso l’ASL NA 3 SUD deve provvedere, come richiesto da CGIL CISL e UIL, ad assegnare all’Ospedale di Nola, con assoluta urgenza, almeno 7 infermieri.

di Salvatore Velardi (Resp.le Cgil Zona Nolana)

Navigazione articolo