ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “ottobre 1, 2013”

NOLA. GIGLI, AMBROSIO INVITA IL VESCOVO DEPALMA AL CONSIGLIO COMUNALE SULLA FONDAZIONE, IL MAESTRO DE SIMONE FIRMA IL CONTRATTO DI DIRETTORE ARTISTICO

franco ambrosioIl tormentone di fine estate a Nola continua ad essere ancora la Fondazione Festa dei Gigli.

La conferenza dei capigruppo infatti ha deciso di tenere il consiglio comunale monotematico sulla vicenda della nomina dei membri delle commissioni (ritenute illegittime dalla commissione consiliare affari generali) in prima convocazione lunedì 7 ottobre ed in seconda convocazione martedì 8 ottobre 2013 alle ore 10. Intanto durante la seduta di commissione consiliare controllo e garanzia presieduta da Franco Ambrosio, lo stesso ha reso nota la lettera inviata a S.E. Monsignor Bienamino Depalma sulla vicenda: “In qualità di presidente della VII commissione consiliare controllo e garanzia tengo a precisarLe di essere pienamente d’accordo con Lei, quando afferma che la Fondazione deve essere un organo completamente svincolato dalla politica. Questa sua autonomia però non esonera la Fondazione al rispetto dello Statuto votato in consiglio comunale il 21 marzo c.a., che prevedeva che i membri da eleggere nelle commissioni da supporto al Cda dovevano essere in numero di 9 (art. 27-28 e 29). In tal senso ritengo che nel luglio di quest’anno il Cda, nominando 7 commissioni ognuna di 7 componenti, per un numero complessivo di 49 membri, abbia compiuto una grave illegittimità. Non solo, ma non è ancora chiaro se la modifica dello Statuto abbia seguito l’iter amministrativo richiesto (voto favorevole di almeno 2/3 degli intervenuti del Cda, passaggio nella commissione consiliare affari istituzionali, eventuale ratifica del consiglio comunale). In questa ottica credo che debba essere intento comune fare piena luce sulla questione, non per mere ingerenze politiche ma proprio per imprimere alla Fondazione i caratteri di chiarezza e trasparenza che la politica a volte non possiede. Nella certezza che i rapporti tra la Chiesa e Amministrazione locale siano sempre improntati alla massima collaborazione, La invito a presenziare al prossimo consiglio comunale straordinario su tale argomento”.

f27b5-de-simoneGiovedì 3 ottobre 2013 intanto alle ore 11,30 il maestro Roberto De Simone sottoscriverà in conferenza stampa presso la sede della Feltrinelli in piazza De Martiri a Napoli il contratto che lo legherà alla Fondazione Festa dei Gigli in qualità di direttore artistico. All’incontro sarà presente il presidente della Fondazione Raffaele Soprano, il sindaco Geremia Biancardi e l’assessore ai beni culturali Cinzia Trinchese.

di ra.na.

NOLA. IL “RITORNO” DELLA PARTHENOPE (METEORA O COMETA?)

Presentati l’altro giorno nell’aula magna dell’Università Parthenope due corsi, il primo di specializzazione post-universitario ed il secondo di formazione universitaria, che dovrebbero rappresentare un “ritorno” a Nola (anche se in forma ridotta) delle attività didattiche interrotte due anni fa – secondo il rettore Claudio Quintano e il direttore del dipartimento di Giurisprudenza Federico Alvino – per questioni di riduzione di risorse imposte dalla riforma Gelmini, che non consentivano di sopportare gli alti costi di fitto per tenere le lezioni.

Tutti i presenti (il procuratore capo di Nola Paolo Mancuso, il presidente del Tribunale di Nola rappresentato dal giudice Guardasole, il presidente dell’ordine degli avvocati di Nola Francesco Urraro, l’on. Massimiliano Manfredi e Alfredo Mazza in rappresentanza dell’associazione Nola-Bourdaux) hanno salutato favorevolmente l’iniziativa. Il sindaco di Nola Geremia Biancardi, pur apprezzando l’iniziativa, ha evidenziato come “resta l’amarezza per l’interruzione del precedente ciclo di studi. Ci auguriamo che si tratti di un’offerta altamente formativa e valida e sopratutto che ci sia continuità, in modo da dare un indotto alla città. Nei limiti del possibile staremo vicini all’iniziativa candidandoci anche come partner”. L’attività didattica della Parthenope a Nola ebbe inizio nel lontano 2001; in pochi anni i due corsi di laurea – Economia Aziendale e Giurisprudenza – ebbero un boom di iscrizioni. Oltre mille studenti, circa 300 per il corso di Economia ed oltre 700 per Giurisprudenza. Attualmente il corso di laurea di Giurisprudenza nella sede di Napoli conta una cinquantina di iscritti (anche se c’è tempo per l’iscrizione fino al 5 novembre), mentre per il 2012 gli iscritti sono stati 170. Quest’anno la sede di Napoli ha perso il corso di Economia Aziendale per mancanza di iscritti. Probabilmente uno dei motivi che ha spinto l’azienda universitaria a riaprire le attività a Nola è dovuto al calo delle iscrizioni nella sede centrale e l’eventuale perdita del comodato d’uso dell’immobile della città bruniana; infatti non è escluso che se i due corsi presentati oggi avranno una buona risposta da parte dei giovani dell’area, l’anno prossimo ci sia la possibilità di iniziare un nuovo ciclo con un corso di laurea triennale in Scienze dell’Amministrazione. Il primo corso di formazione universitaria “Principi delle Scienze Giuridiche”, destinato ai diplomati, dovrebbe dare secondo il direttore Elio Dovere “una formazione di base per affrontare i concorsi pubblici di indirizzo giuridico”. Lo studente che frequenta i corsi potrà avere dei crediti formativi che gli consentiranno di iscriversi, previo colloquio, al secondo anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza. Il costo è inferiore al primo anno di un normale corso universitario. La Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali si propone secondo la direttrice Maria Felicia Tufano “di dotare gli iscritti delle competenze necessarie per affrontare l’esame di abilitazione all’esercizio delle professioni di avvocato, il concorso di magistrato ordinario e quello per notaio”. Il conseguimento del diploma di specializzazione è equiparato ad un anno di pratica notarile e forense e costituisce titolo indispensabile per la partecipazione al concorso di magistrato ordinario. La durata è biennale e prevede il primo anno comune mentre il secondo distinto negli indirizzi giudiziario-forense e notarile. Alla scuola si accede mediante concorso per titoli ed esame. Per il primo anno il numero dei laureati da ammettere sarà di trenta unità. La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata entro il 4 ottobre. Il concorso si svolgerà il 23 ottobre presso la sede dell’Università Parthenope  a Napoli e la prova consisterà in 50 quesiti a risposta multipla su argomenti di diritto civile, penale, amministrativo, processuale civile e penale. L’ammontare complessivo delle tasse e dei contributi è di 1800 euro per l’intero biennio.

di Autilia Napolitano

NOLA. FERMIAMO LA VIVISEZIONE, CONVEGNO ALLA REGGIA ORSINI

IMG_0547_1024x683TRIBUNALE DI NOLA Reggia Orsini Giovedì 26 Settembre ore 16:00 – Convegno “Fermiamo la VIVISEZIONE” Direttiva Europea N° 63/2010 – Organizzato dall’Avvocato Consiglia Fabbrocini del Foro di Nola Presidente delle Associazioni Dida, Stop Cruelty on Animals con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola.

Per la prima volta in Europa si e’ tenuto presso un Consiglio dell’Ordine Forense un Convegno Studi sulle problematiche giuridiche, morali, culturali e scientifiche sulla vivisezione. Il Presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Nola Avv. Francesco Urraro ha salutato gli illustri scienziati presenti al Convegno: Prof.ssa Susanna Penco (Univ. di Genova), Prof.ssa Candida Nastrucci (Univ. di Milano), Dott. Masssimo Tettamanti Criminologo e Docente di Chimica Ambientale (Univ. di Verona) oltre all’Anatomo-patologo Prof. Fedi. Erano altresì presenti una delegazione delle Associazioni Animaliste oltre alle Delegazioni del Movimento Cinque Stelle di Mariglianella, di San Vitaliano, di Nola e di San Paolo Belsito, atteso tutte le attività legislative svolte dal Movimento con una serie di Disegni di Legge sulla abolizione della vivisezione, per poter dire finalmente basta a queste inutili “barbarie”. Tra le autorità in Sala vi era il Sindaco del Comune di Ottaviano, cittadina dove risiede e svolge la sua attività professionale, l’avvocato Fabbrocini e rappresentanti delle amministrazioni dei Comuni del Circondario Vesuviano. Tutte le relazioni scientifiche hanno rimarcato l’inutilità nel ventunesimo secolo di indagini pseudo-scientifiche cruente e crudeli svolte sugli animali, atteso gli enormi progressi della genetica e delle biotecnologie che “realmente” possono aiutare l’uomo. Purtroppo le lobby e i fortissimi interessi economici delle multinazionali del farmaco, ancora oggi fanno sì che la sperimentazione sugli animali prosegua. Tutto ciò è stato ulteriormente rimarcato dall’intervento in video della Prof.ssa Dott.ssa Penco che per i suoi gravi problemi di salute (ammalata di sclerosi multipla) non è potuta intervenire personalmente al Convegno ma ha ampiamente relazionato anche con riferimento alla sua patologia come possa essere contrastata con la genetica non certo torturando un topo che geneticamente non conoscerà mai questa patologia. La Sala Convegni del Tribunale di Nola (Reggia Orsini) gremita da un’attenta platea di giuristi, avvocati, amministratori ed associazioni, ha ascoltato spesso “atterrita” delle inutili torture fatte a gatti, cani, topi, criceti, conigli, primati senza che poi i risultati raggiunti abbiano mai avuto un reale riscontro sull’uomo. Verso la fine del Convegno vi è stata la gradita sorpresa dell’intervento del Vice Presidente della Camera dei Deputati On.Luigi Di Maio il quale è venuto direttamente da Roma dopo una riunione alla Camera (in treno come sempre è solito fare). Il vice Presidente Di Maio, nella sua veste istituzionale, ha prospettato in modo concreto (come è negli ideali del M5S) di creare un “Tavolo Aperto” a Roma dove si possa discutere unitamente a tutte le altre forze politiche questa inutile, anacronistica e cruenta pratica pseudo-scientifica che nessun reale riscontro porta all’uomo. Pertanto il prossimo appuntamento sarà oltre nei vari Gazebi organizzati sul territorio anche a Roma per portare avanti una “Battaglia Epica” in favore dei “Nostri Fratelli a quattro zampe”.

di Avv. Francesco Colombo (M5S di Nola)

Navigazione articolo