ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 19, 2013”

POLITICHE, DOMANI VENDOLA E MONTEZEMOLO FANNO TAPPA A NOLA

Grande fermento politico per gli ultimi giorni della campagna elettorale a Nola, al momento la giornata clou sembra essere domani, mercoledì 20 febbraio, quando alle 16 presso il Museo Archeologico di Nola dovrebbe arrivare per il suo tour elettorale il leader di Sel Nichi Vendola, mentre alle 17:30 Luca Cordero Montezemolo – presidente nazionale di ItaliaFutura – per la lista Scelta Civica per Monti incontrerà al Teatro Umberto i cittadini e tutti gli amministratori che hanno aderito al progetto del movimento.

(red)

NOLA. PIANO TRAFFICO, BENE PRIMO SUMMIT CON ASSOCIAZIONI

La massiccia partecipazione delle associazioni nolane all’incontro di ieri sera, convocato dal sindaco Geremia Biancardi nella casa comunale, sul tanto contestato Piano Urbano Traffico è sicuramente un buon segnale per avviare la fase di verifica dello stesso.

In quella occasione la fascia tricolore ha ufficializzato la conclusione della fase di sperimentazione del Piano. Le anomalie e le criticità evidenziate durante la fase appena conclusa saranno oggetto di un tavolo tecnico tra le associazioni ed il progettista del PUT, il professor De Luca. Entro un mese dunque si tireranno le somme e, nel caso di una modifica sostanziale del Piano, Biancardi non ha escluso che lo stesso possa approdare in consiglio comunale per una nuova approvazione. Le associazioni presenti – Amici del Marciapiede, ArcheoClub, Ascom, ACCAN, Meridies, Civitas, Forum dei Giovani, Il Sole Nascente, Infinity, Nuvla, Pro Loco, Unitas –, fatta eccezione per l’ACCAN, che ha insistito sulla sospensione del PUT, hanno concordato sulla necessità di avere in città un adeguato Piano Urbano Traffico, rendendosi parte attiva nel trovare, con spirito costruttivo, la soluzione migliore che non penalizzi le attività commerciali ed i cittadini. A distanza di oltre sei mesi, finalmente ieri sera è stato riconosciuto da quasi tutte le associazioni (anche da parte di aderenti all’ACCAN) che la crisi del commercio a Nola non è legata all’entrata in vigore del nuovo Piano Urbano Traffico. Da più parti è stata chiesta la chiusura del centro storico, rendendo lo stesso più attrattivo, quindi prevedendo – con un adeguato piano commerciale – la modifica tipologica delle attività commerciali. Su questo punto il primo cittadino ha annunciato che è intenzione dell’amministrazione comunale “trasferire la sede del II circolo scuola elementare da piazza Collegio nel plesso di via S. Massimo – i cui lavori sono in fase di ultimazione –, con conseguente trasferimento della sede dei giudici popolari nel plesso Ciccone”. Alla fine le problematiche sollevate dalle associazioni sul monitoraggio, maggiori controlli da parte della Polizia Municipale, un’adeguata segnaletica, fanno ben sperare sul prosieguo dei lavori; una riunione proficua dunque, anche se a conclusione dei lavori il sindaco ha chiesto una discussione aperta e leale nell’interesse generale, mettendo da parte i particolarismi e cercando di non vanificare gli sforzi per migliorare la qualità della vita della comunità. Appello quest’ultimo purtroppo non accolto da tutti perché in un “delirio notturno” – da insonnia cronica! – su un noto social network di qualche autorevole partecipante alla riunione di ieri sera sono state fatte “riflessioni” non certamente democratiche nei confronti di quelle associazioni che hanno scelto la strada della critica costruttiva, altro che “parasindacali”, probabilmente la mancanza di bisogno e la non conoscenza di come vanno affrontati i reali problemi della comunità non aiutano a far crescere la città e, soprattutto, non fanno ben sperare sulla sua eventuale carriera politica.

di ra.na.

Navigazione articolo