ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 19, 2012”

I COSTI DELLA POLITICA NOLANA NEL PRIMO TRIMESTRE 2012

Nel prosieguo della trasparenza e sempre grazie all’ufficio di presidenza del Consiglio Comunale (Francesco Pizzella) possiamo darvi i costi della politica nolana del primo trimestre 2012. Le Commissioni Consiliari Permanenti sono sette. I Componenti di diritto sono 6 Consiglieri comunali che vengono eletti dal Consiglio Comunale + i capigruppo (10) ed in seguito ad una modifica del regolamento del Consiglio Comunale del 2010 partecipano di diritto anche i Presidenti delle Commissioni Consiliari. Come si può notare una Commissione Consiliare (se al completo) può arrivare a 22 componenti, i 2/3 del Consiglio Comunale. Per la verità, occorre dire che diversi Consiglieri Comunali non partecipano ai lavori delle Commissioni ed anche alcuni Presidenti delle Commissioni. Le Commissioni Consiliari nel primo trimestre 2012 (gennaio-marzo) sono state complessivamente 154 per una presenza di 2.055 addetti. Il costo del gettone di presenza è di  € 32,50 per cui ai Consiglieri Comunali nel primo trimestre sono state liquidate indennità per € 66.787,75. E’ bene chiarire che ad ogni Consigliere Comunale spetta una indennità massima lorda pari ad ¼ dell’indennità del Sindaco, circa € 778,56 mensile lorde. Pertanto nel caso che qualche Consigliere Comunale abbia superato tale tetto non percepisce il gettone di presenza. Per la verità ci sono Consiglieri Comunali che per mantenersi aggiornati sulle problematiche amministrative partecipano a quasi tutte le Commissioni. Nel dettaglio diamo il numero e le presenze complessive delle singole commissioni nel primo trimestre 2012: Commissione Bilancio (Carmine Pizza) n. 26 commissioni per 466 presenze; Commissione Trasporti, Traffico, Mobilità, VV. UU. ( Franco Nappi) n. 26 Commissioni per 334 presenze; Commissione Urbanistica (Cinzia Trinchese) n. 23 Commissioni per 341 presenze; Commissione Politiche Sociali (Raffaele Casilli) n. 22 Commissioni per 286 presenze;  Commissione Pubblica Istruzione (Pasquale Petillo) n. 21 Commissioni per 275 presenze; Commissione affari Istituzionali n. 25 Commissioni per 252 presenze; Commissione Trasparenza e Controllo (Franco Ambrosio) n. 11 commissioni per 101 presenze.  Al Sindaco spetta una indennità di € 3.114,23, Vice Sindaco € 1.712.82 mensile; assessore libero professionista € 1.401,41 cadauno mensile (Roberto De Luca, Luciano Parisi, Antonio Russo); assessore dipendente € 700,70 mensile (Arcangelo annunziata, Maria Grazia De Lucia, Rino Barone); Presidente del Consiglio (Francesco Pizzella) libero professionista € 1.400,01 mensile; Difensore civico (Raffaele Barone) 1.261,27 mensile; Organi di Controllo: Revisori dei Conti: Presidente € 2.048,00 comprensiva iva mensile, ai 2 componenti € 1.367,10 cadauno mensile; Nucleo Valutazione: Presidente € 1.465,43 mensile, ai 4 componenti se dipendenti pubblici € 976,95 mensile, se liberi professionisti € 1.229,10 mensile. Rimborso spese alle società private che ne fanno richiesta per permessi usufruiti dai propri dipendenti per l’espletamento del mandato Consiliare circa € 30.000,00 all’anno (attualmente i Consiglieri Comunali di Nola le cui aziende richiedono il rimborso delle spese per i propri dipendenti sono tre). Per i Consiglieri Comunali dipendenti pubblici non c’è rimborso, in quanto sono tenuti solo a giustificare la presenza ai Consigli Comunali, Giunta Municipale o Commissioni Consiliari perché godono di permessi retribuiti. A fronte delle 154 Commissioni Consiliari nel primo trimestre 2012 si sono tenuti tre Consigli Comunali, precisamente uno a gennaio, uno a febbraio ed uno a Marzo.

di ra.na.

NOLA. APERTA AL TRAFFICO VIA MADONNA DELLE GRAZIE

Finalmente con l’ordinanza n. 1 del 15 giugno 2012 a firma del dirigente ai LL.PP. Arch. Giovanni De Sena è stata aperta al traffico veicolare la strada di nuova costruzione denominata “via Madonna delle Grazie – via  S. Paolo Belsito”, limitatamente  al tratto stradale via Madonna delle Grazie, limite Chiesa della Stella. Quello della strada è un progetto avviato nel 2000, che inizialmente prevedeva solo un primo lotto e solo successivamente con la progettazione ed esecuzione di un secondo lotto la strada ha raggiunto la Chiesa della Stella. Purtroppo per oltre due anni la strada è rimasta chiusa (pur essendo costata alle casse comunali  circa € 800.000,00) per mancanza di collaudi, tanto che il precedente dirigente ai LL.PP. Ing. De Falco andato in pensione da oltre un anno aveva installato dei dissuasori per non renderla percorribile. Comunque, come si legge nell’ordinanza la strada è percorribile solo fino alla Chiesa della Stella, in quanto i proprietari delle abitazioni parallele alla Chiesa ritengono il viale che immette sulla strada S. Paolo Belsito privato. Una vicenda assurda, purtroppo risalente agli inizi degli anni ’80 quando nella zona fu autorizzata la costruzione della Chiesa e gli amministratori dell’epoca non espropriarono la carreggiata della strada per pubblica utilità, ma ottennero il tacito consenso dei proprietari del viale per il passaggio dei fedeli alle funzioni religiose. Quindi il viale restò privato, pur usufruendo i proprietari dell’illuminazione pubblica, delle fogne, della raccolta dei rifiuti solidi urbani a domicilio e dei contatori per la erogazione dell’acqua a consumo umano (GORI) nei pressi delle proprie abitazioni. In seguito all’apertura della strada i proprietari preoccupati hanno chiesto di essere ricevuti dall’amministrazione comunale. Incontro che c’è stato alla presenza del Sindaco Geremia Biancardi, dell’assessore ai LL.PP. Enzo De Lucia e del dirigente Giovanni De Sena. I proprietari hanno ribadito la volontà di non cedere la strada, anzi hanno minacciato di chiuderla. Non  si è fatta attendere la risposta dell’assessore ai LL.PP. Enzo De Lucia: “Finalmente l’apertura della strada è stata fatta, anzi era un obbligo dell’amministrazione, in quanto non è possibile spendere soldi della comunità per un’opera non fruibile. Indietro non si torna, è vero che gli atti espropriativi non sono stati fatti, la strada risulta essere privata, ma non per questo non potremo attivare procedure di urgenza per renderla pubblica. Nel caso che i proprietari persistono nella loro decisione, saremo costretti a rimuovere tutti i servizi pubblici. Comunque siamo aperti al dialogo e ci auguriamo nell’interesse di tutti che si trovi una soluzione”.

di ra.na.

PREMIO CIMITILE 2012, CONSEGNATI I “CAMPANILI D’ARGENTO” AI VINCITORI

Sabato 16 giugno è calato il sipario sul XVII Premio Cimitile. “Una manifestazione ormai consolidata a livello nazionale, una delle più importanti della Regione Campania – ha dichiarato il Presidente della Fondazione Felice Napolitano –; nonostante la grave crisi economica siamo riusciti a portare a termine con sacrifici anche questa edizione grazie ai soci Fondatori: Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, i 21 soci benemeriti (Antico Pizza Di Palma Giovanni, prof. Girolamo Addeo. AGA Impianti Solari, Alenia Aermacchi. Avv. Giancarlo Allocca, Dr. Pasquale Bruscino, C.C.I.A.A. di Napoli, Ing. De Falco Nunzio, Dr. Felice Dichiarante, Hotel dei Gigli, Dr. Danilo Iervolino, Molino S. Felice, Palazzo G. Bruno Hotel, pasticceria S. Felice, Pastificio Ferrara, Pegaso Università telematica, Nunzio Provvisiero, Dr. Nicola Santoriello, Snie Spa, Tavolario Andrea, Villa Smeraldo) ed i soci sostenitori, ben 151”. Presenti alla serata finale undici Sindaci dell’area nolana: Nunzio Provvisiero (Cimitile), Andrea Manzi (Casamarciano), Raffaele Arvonio (Cicciano), Carmine Sommese (Saviano), Geremia Biancardi (Nola), Aniello Falcone (S. Vitaliano), Antonio Sodano (Marigliano), Raffaele Coppola (Liveri), Manolo Cafarelli (S. Paolo Belsito), Antonio Mascolo (Tufino). Erano presenti anche molti consiglieri comunali dell’area nolana, l’assessore regionale on. Pasquale Sommmese, il Presidente della Commissione Agricoltura on. Paolo Russo, l’assessore Del Giudice in rappresentanza della Provincia di Napoli. “Troppi politici per un Premio letterario”, ha mormorato qualcuno del pubblico. Nonostante tutto le tribune allestite per l’occasione non erano piene come nei precedenti anni, e quest’anno (forse a causa dei tagli) gli spettatori delle ultime file sono stati penalizzati da un non perfetto servizio audio della società di produzione incaricata della manifestazione finale di premiazione. Ad essere premiati per la migliore opera inedita di narrativa, Maria Giuseppina Pagnotta per “l’emozione d’incontrarsi all’improvviso”; Migliore opera edita di narrativa Mauro Mazza per “L’albero del mondo. Weimar Ottobre 1942”; Migliore opera edita di attualità Luca Telese per “Gioventù, amore e rabbia”; Migliore opera edita di saggistica  a  Gianni Riotta per “Le cose che ho imparato”; Migliore opera edita di archeologia in età paleocristiana a Fabrizio Bisconti per “le pitture delle catacombe romane”. Premio Giornalismo Antonio Ravel a Paola Saluzzi; Premio Speciale a Luigi Nicolas, Presidente del CNR. A consegnare i premi quasi tutti politici: on. Paolo Russo, on. Pasquale Sommese, assessore Provinciale Del Giudice, Sindaco di Cimitile Provvisiero, ad eccezione del Presidente dell’associazione Obiettivo III Millennio e dall’indiscusso Presidente del Comitato Scientifico prima del Premio e poi della Fondazione dott. Ermanno Corsi. Un Premio cresciuto negli anni che ultimamente è stato al centro di qualche polemica (probabilmente locale) per la mancata pubblicazione del bilancio. “Il Bilancio è pubblico e viene approvato ogni anno da tutti i soci fondatori – ha dichiarato il direttore amministrativo della Fondazione dott. Pasquale Ferrara, rinviando le illazioni al mittente –; copia dello stesso può essere richiesto alle istituzioni partecipanti da chiunque ne abbia interesse. Con grande rammarico devo dire che quest’anno è stata la prima volta che la Fondazione esce fuori dai finanziamenti dei Grandi Eventi della Regione Campania (circa € 50.000 in meno) e solo grazie ai soci privati siamo riusciti a portare a termine la manifestazione. Il Consiglio di amministrazione della Fondazione non prende nessuna indennità ma solo un piccolo rimborso spese. Per quanto riguarda il Presidente del Comitato Scientifico Ermanno Corsi ha un compenso (di poche migliaia di euro all’anno) solo come consulente esterno. Tutto qui, non abbiamo niente da nascondere, siamo orgogliosi di quello che siamo riusciti negli anni a realizzare, le polemiche non ci appartengono”.

di ra.na.

Navigazione articolo