ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 14, 2012”

NOLA. SALLUSTO NUOVO COMANDANTE P.M. A SCAVALCO

E’ il colonnello Gennaro Sallusto, comandante della locale Polizia Municipale di Portici il nuovo comandante a scavalco della Polizia Municipale di Nola. Stamattina Sallusto è stato ricevuto in visita strettamente privata dal facente funzione Giacinto Montazzoli (segretario generale del comune di Nola). Originario di Nola, suo nonno era il famoso professore d’arte Gennaro Sallusto, molto conosciuto e stimato in città. Il colonnello Sallusto non ha voluto rilasciare dichiarazioni, annunciando però che martedì prossimo (a meno di qualche inconveniente tecnico-organizzativo) prenderà servizio a scavalco al Comando di Nola. Sallusto si sente legato a questa terra e spera di poter dare un efficiente servizio, anche se a tempo determinato in attesa dell’espletamento del nuovo concorso. La sua nomina si è resa necessaria a causa del pensionamento del colonnello Carmine Lanzaro per raggiunti limiti di età avvenuta il 1° maggio scorso. Il colonello Gennaro Sallusto è noto alle cronache per le tante operazioni di controllo sul territorio, rivolte soprattutto alla sicurezza stradale, alla tutela degli anziani, nonché ad alcune iniziative singolari e sorprendenti, come quella di qualche anno fa del “Buono-Sfogliatella” da regalare ai cittadini che risultavano in regola ad un’eventuale controllo della Polizia Municipale.

di ra.na.

NOLA. ASSEGNAZIONE GIGLI 2013, PRESENTATE 31 DOMANDE

Alle ore 14,00 di oggi si sono chiusi i termini per la presentazione della richiesta di assegnazione dei Gigli per il 2013. Domani alle ore 10,30 conosceremo i nomi dei candidati Maestri di Festa 2013. Le domande presentate, nonostante la crisi, sono 31. Anche se ridotte rispetto agli altri anni (l’anno scorso furono 47) è un numero abbastanza corposo considerato che fino a ieri le domande erano meno di dieci. I numeri sono: 6 per la corporazione dell’ortolano, 4 salumiere, 2 bettoliere, 3 panettiere, 2 barca, 1 beccaio, 8 calzolaio, 4 fabbro, 1 sarto. La Commissione domani esaminerà la documentazione presentata e l’ammissibilità delle domande, successivamente l’Ente Festa procederà all’assegnazione provvisoria ai Maestri di Festa che avranno presentato i rappresentanti di categoria (corporazioni) con più anzianità contributiva alla mezzanotte di domenica 24 giugno (in piena processione dei Gigli). Infine il Sindaco con un decreto sindacale assegnerà definitivamente i Gigli ai Maestri di Festa. Questa edizione passerà alla storia per la candidata Maestra di Festa più anziana di tutti i tempi (non rappresentante di categoria), ben 102 anni, la signora Luigia Iovino.

di ra.na.

OSPEDALE DI NOLA, COME PRIMA PEGGIO DI PRIMA

La Tac di nuovo in tilt all’Ospedale S. Maria della Pietà di Nola, nonostante il riscatto in leasing dell’attrezzatura.

Purtroppo le cose non cambiano all’Ospedale di Nola. Le criticità strutturali, organizzative, la mancanza di attrezzature in quasi tutti i reparti, la demotivazione di molti operatori sanitari e parasanitari si accentua per mancanza di prospettive di rilancio del nosocomio bruniano, nonostante i proclami di ottimismo ultimamente fatti da qualche sigla sindacale. Le due questioni al centro dell’attenzione nelle ultime settimane (i guasti della Tac e la chiusura del Centro Trasfusionale) non sono a tutt’oggi stati risolti. “Per quanto riguarda la Tac 64 – dichiara il primario Sabatino Esposito – la prima installata nel pubblico in Campania nel 2007 in leasing per cinque anni con manutenzione automatica ha funzionato ininterrottamente fino agli inizi di febbraio di quest’anno. Per la manutenzione bastava chiamare il numero verde ed in giornata i problemi venivano risolti. Con la scadenza del leasing è venuto meno anche il contratto di manutenzione. Quindi avevamo due possibilità: riscattare la macchina ad un prezzo irrisorio di € 9.000,00 (a fronte di una spesa iniziale di circa un milione di euro) o prolungare il leasing per altri tre anni. Di concerto con l’ufficio del Provveditorato dell’ASL Napoli 3 Sud (abilitato a sottoscrivere il contratto), si è deciso di riscattarla, senza includere nel contratto di riscatto il contratto di manutenzione. Una assurdità inaudita, in quanto le macchine elettromedicali per legge devono essere sottoposte al contratto di manutenzione. Purtroppo sabato mattina c’è stato un nuovo guasto.  Sono intervenuti gli operatori della manutenzione della ditta installatrice della Tac, che hanno provveduto a stilare il foglio di lavoro, allegando  il preventivo che ora è all’attenzione dell’ufficio provveditorato per l’impegno spesa. Allo stato non siamo nelle condizioni di conoscere i tempi di ripristino della macchina, l’unica cosa che posso dire è che oggi abbiamo un incontro a Castellammare (sede legale dell’Asl) con il direttore sanitario aziendale Russo per la problematica”. Sul fronte del Centro Trasfusionale, il responsabile di Nola in pensione dal 1° luglio prossimo ci ha informato che, probabilmente, oggi sarà firmata la convenzione con sei medici specialistici dell’Asl Napoli 1 per 300 ore mensili per coprire il servizio dalle ore 8 alle ore 20. I lavori del Pronto Soccorso che dovevano iniziare entro la fine di maggio sono ancora al palo e non si prevede una data di inizio, mentre  del contenzioso con la ditta ITEM affidataria della costruzione del blocco centrale della rianimazione e di due sale operatorie non si sa più nulla, sembra che la ditta voglia perseguire la strada della rescissione. Del tanto auspicato rilancio dell’Ospedale di Nola come DEA I° livello previsto dal piano regionale sanitario con il potenziamento dell’emergenza non c’è traccia, ma la cosa che più sconcerta i cittadini sono le dichiarazioni dei vertici aziendali sul superamento di tutte le criticità. Intanto il Direttore Generale dell’ASL Maurizio D’Amora  firma un protocollo di intesa con il Sindaco di Pollena Trocchia aprendo un tavolo di concertazione per  dar vita ad iniziative tese all’ottimizzazione della struttura ospedaliera di Pollena, quale parte integrante degli ospedali riuniti dell’area nolana (sic!), nonché come sede di soddisfacimento della domanda di salute proveniente dal territorio di riferimento in conformità del Piano attuativo approvato dalla Regione Campania in applicazione dei decreti  49/2010 e 55/2010. Per tale iniziativa c’è anche un crono programma che prevede l’apertura delle attività per metà luglio.

di ra.na.

Navigazione articolo