ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

COMUNE DI NOLA. I COLLEGHI SALUTANO ROSA DI DOMENICO, CHE HA RAGGIUNTO IL MERITATO TRAGUARDO DELLA PENSIONE

P1000412Nella giornata di ieri in un’aula gremita un centinaio di colleghi hanno salutato Rosa di Domenico dell’ufficio notifiche per il meritato traguardo della pensione, raggiunto dopo circa quarantadue anni di attività.

Presente anche il sindaco Geremia Biancardi, che ha ringraziato la dipendente per il prezioso, utile e delicato lavoro svolto in tutti questi anni.

Non sono mancati momenti di commozione da parte dei colleghi, la meno emozionata era proprio Rosa, che ha voluto ringraziare tutti i presenti ricordando di aver avuto un buon rapporto con tutti.

“In questo momento – ha affermato Rosa – sono triste perché lascio tanti colleghi a cui ero affezionata, con loro ho trascorso intere giornate, alla fine ci si conosce meglio che in famiglia, ma dall’altra parte sono contenta per il traguardo raggiunto. Un ringraziamento particolare – ha continuato Rosa – va al mio collega di stanza per oltre 20 anni, Paolino Licciardi. In tutti questi anni è stato un riferimento dal punto di vista lavorativo, fondamentale per me ed i miei colleghi. Sento il dovere di ringraziarlo per i preziosi ed utili consigli”.

Alla fine tutti a brindare e gustare le delizie di Franco Grasso, patron della nota pasticceria nolana GF3.

di ra.na.

NOLA. GRECO: “L’ENTE NON E’ IN DISSESTO”

P1000419“L’ente è in dissesto, si cerca con tutti i mezzi e sistemi di presentare un bilancio in pareggio, la situazione dei conti va approfondita”, così il consigliere di opposizione Arturo Cutolo durante l’assise di ieri.

“Mi è doveroso chiarire al consiglio comunale che alcune dichiarazioni fatte non rispondono alla realtà – ribatte in aula il presidente dell’organo di revisione Giovanni Greco – Innanzitutto voglio rassicurare l’intero consiglio comunale che l’ente non è assolutamente in dissesto finanziario. Noi come organo diamo il nostro parere sui dati e non su sensazioni. Abbiamo messo in evidenza che ci sono delle verifiche da fare dal punto di vista gestionale e che alcune criticità da noi rilevate non sono state ancora esaminate dal consiglio comunale”.

L’organo di revisione economico-finanziario della gestione dei comuni è affidato ad un collegio di revisori. Nel caso del comune di Nola è composto da tre membri che, prima dell’entrata in vigore del decreto legge 13 agosto 2011 n. 138, venivano eletti dal consiglio comunale. L’attuale organo è stato scelto mediante estrazione da un elenco nel quale possono essere inseriti, a richiesta, soggetti iscritti a livello regionale nel registro dei revisori legali, nonché gli iscritti all’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili presso l’ufficio territoriale del governo di Napoli. L’organo è presieduto da Giovanni Greco, componenti sono Francesco Terracciano e Alberto Maria Borrelli.

di ra.na.

A rettifica di quanto riportato nel post NOLA. APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014, L’OPPOSIZIONE: “REGOLAMENTI CALPESTATI”, si precisa che l’ufficio tributi del comune di Nola è assolutamente estraneo alle vicende giudiziarie dell’anno scorso, che videro coinvolti alcuni dipendenti dell’ufficio ragioneria.

NOLA. CIMITERO, AL VIA I LAVORI DI MANUTENZIONE ED ESTIRPAZIONE DELLE ERBACCE

Erbacce alte che impedivano di leggere anche il nome del defunto, vialetti impercorribili perché invasi da erbacce, questa era fino a qualche giorno fa la situazione che si presentava agli occhi dei frequentatori del Cimitero di Nola.

Un generale degrado e abbandono che metteva in difficoltà le persone, specialmente anziane, che vanno a deporre fiori o a ricordare con una preghiera un loro caro. Finalmente è intervenuto l’assessore ai servizi cimiteriali Enzo De Lucia, che ha messo fine a questa situazione con lo sfalcio e la rasatura completa delle erbacce. Da lunedì scorso infatti la ditta affidataria del verde, Vivai Marrone, sotto la direzione del responsabile del servizio Bernardo Arienzo, sta procedendo alla rimozione delle erbacce. A chiarire i motivi del ritardo nell’esecuzione dei lavori di manutenzione del Cimitero cittadino è stato lo stesso assessore De Lucia. “Purtroppo la causa di questo problema è dovuta essenzialmente alle condizioni climatiche degli ultimi mesi – ha dichiarato De Lucia – particolarmente critiche a causa delle abbondanti precipitazioni meteoriche alternate a giornate calde, situazione che da un lato favorisce il rapido sviluppo della vegetazione e dall’altro inibisce le attività di sfalcio. Non dimentichiamoci – ha poi continuato l’assessore – che dal mese di giugno ad agosto per ben cinque volte, a causa delle forti precipitazioni, c’è stata l’esondazione dell’alveo Quindici ed il Cimitero è stato pesantemente colpito. Mi auguro – ha concluso De Lucia – che a breve si possa avere la cavatura dell’intero tratto dell’alveo, in modo tale da evitare le esondazioni con tutti i disagi”. Un altro problema che l’assessore si è impegnato a risolvere a stretto giro è il rifacimento della pavimentazione del viale principale e delle relative traverse, nella zona nuova, impercorribili durante le piogge per le buche causate per il trasporto da parte di automezzi dei materiali per la costruzione delle cappelle. Sono in tanti infatti a chiedersi se non era più logico prima costruire le cappelle e poi pavimentare i viali e le traverse. Una situazione assurda che peserà per diverse decine di migliaia di euro sulle casse comunali.

di ra.na.

NOLA. APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014, L’OPPOSIZIONE: “REGOLAMENTI CALPESTATI”

Disoccupati, abitanti delle periferie ed anziani in difficoltà: l’amministrazione comunale investe sulla crescita sociale della comunità e vara misure importanti che costituiscono i capisaldi del bilancio di previsione approvato oggi.

Voucher lavoro, sportello di ascolto per i cittadini della Gescal, sgravi fiscali per gli over 70 indigenti e progetti condivisi con le associazioni: queste, insieme con le azioni di risanamento dei debiti fuori bilancio e le opere pubbliche in cantiere, le voci che caratterizzano uno strumento di programmazione economica e finanziaria che, per il 2014, vale 84,669.093,64 euro.

Lo strumento dei voucher lavoro rappresenta – come sottolineato nel corso del consiglio comunale – un’inversione di rotta nelle politiche assistenzialiste messe in campo nei confronti dei disoccupati. Da oggi chi avrà voglia di lavorare potrà rendersi utile alla collettività impegnandosi in attività che riguardano in particolar modo la manutenzione degli spazi pubblici.

Novità in arrivo anche per gli abitanti del popoloso rione Gescal per i quali è stato previsto uno sportello di ascolto che accorcerà le distanze tra l’ente locale e le periferie. Previste, inoltre, risorse che consentiranno l’esonero dai tributi locali per i cittadini ultrasettantenni che versano in precarie condizioni economiche. Da segnalare anche la riduzione delle tariffe per il trasporto scolastico ed i numerosi interventi in cantiere come la realizzazione delle fogne nella frazione Piazzolla, dell’asilo nido comunale di via san Massimo, della riqualificazione del cimitero cittadino, di un parcheggio nell’area dell’ex mercato ortofrutticolo di via Foro Boario e di un centro polifunzionale nel rione Gescal.

“Quello approvato oggi è un bilancio di risanamento ma anche di sviluppp – ha dichiarato l’assessore al bilancio ed alla programmazione economica, Antonio Russo – Non è un caso, infatti, che la giunta abbia disposto tre milioni di euro per i debiti fuori bilancio e le transazioni. Il tutto senza dismettere beni patrimoniali disponibili ed a testimonianza di una oculata politica gestionale, confermata anche dal parere favorevole del collegio dei revisori dei conti che anche in consiglio comunale ha ribadito la bontà dell’azione di governo dell’amministrazione Biancardi”.

triplice 1Come preannunciato in commissione consiliare bilancio l’opposizione ha chiesto stamane, durante la seduta di consiglio comunale, il rinvio dell’approvazione del bilancio di previsione 2014.

“L’approvazione del bilancio di previsione non può essere discussa in seduta straordinaria come si evince dalla convocazione – ha affermato il leader dell’opposizione Domenico Vitale – Solo ieri mattina in commissione consiliare bilancio abbiamo ricevuto i dettagli degli atti, quindi riteniamo che non ci siano i tempi per presentare gli emendamenti. Secondo il regolamento – ha continuato Vitale – l’iter procedurale prevede che venga approvata la bozza dalla giunta municipale, la quale successivamente deve essere inviata nei dieci giorni successivi al collegio dei revisori per il parere e negli ulteriori dieci giorni la bozza deve essere depositata in segreteria per dare la possibilità ai consiglieri comunali di proporre eventuali emendamenti. Tutto ciò non è stato rispettato. Chiediamo pertanto al segretario generale se la convocazione è stata fatta nel rispetto del regolamento”.

A rispondere al quesito del consigliere Vitale è stato il vice-segretario comunale Paolino Santaniello (che in quel momento sostituiva il segretario generale Giacinto Montazzoli), il quale ha chiarito che “la volontà del consiglio comunale è sovrana”.

La proposta di rinvio del capo in questione, messa ai voti, è stata respinta con 14 voti contrari ed 8 favorevoli.

“Questo consiglio sta brillando per mancanza di democrazia – chiosa il consigliere Maria Franca Tripaldi – continuamente vengono calpestati i regolamenti, anzi il rispetto del regolamento vale solo per una parte del consiglio. Sappiamo che il bilancio non è un atto straordinario – ha proseguito la Tripaldi – non abbiamo contezza di cosa c’è in queste carte. Tra l’altro non dimentichiamo che l’ufficio tributi è stato travolto da gravi fatti giudiziari, non sappiamo nemmeno chi ha predisposto gli atti del bilancio. Mi aspetto – ha concluso la Tripaldi – conoscendo la sua onestà intellettuale, che il presidente del consiglio comunale prenda le dovute decisioni a seguito delle note vicende giudiziarie in cui è stato coinvolto”.

Il sindaco Geremia Biancardi, nel prendere la parola, ha ricordato all’opposizione di essersi apparentata in campagna elettorale con le persone coinvolte nei gravi fatti giudiziari e ha chiesto al segretario di verbalizzare che l’opposizione ha partecipato alla discussione del bilancio ed ha abbandonato l’aula al momento delle votazioni.

di ra.na.

NOLA. PINI E CIPRESSI MALATI, PER L’AGRONOMO CARDIELLO SONO UN PERICOLO E VANNO ABBATTUTI

Una sentenza senza appello quella emessa dall’agronomo Giuseppe Cardiello a seguito delle analisi delle condizioni fito-statiche dei pini domestici (categoria non protetta) presenti nell’aiuola all’incrocio tra via Abate Minichini e via Fonseca, inserita in un’area residenziale nel pieno centro cittadino ad elevato transito pedonale e veicolare ed in prossimità di numerosi fabbricati ad uso residenziale. I quattro pini presentano rischi elevati per incolumità dei cittadini per l’eccessiva inclinazione dei fusti e vanno immediatamente abbattuti.

A causa del lungo periodo di forte instabilità atmosferica e delle diverse trombe d’aria degli ultimi mesi abbattutesi con violenza sulla città, l’amministrazione comunale ha incaricato sempre l’agronomo Cardiello di effettuare un’analisi dello stato vegetativo/fito-sanitario di 75 elementi arborei di alto fusto vegetanti nell’area cimiteriale (32) e nella villa comunale (43). Allo stato risultano pericolosi e da abbattere 19 alberi di alto fusto nel cimitero capoluogo, mentre nella villa comunale un cipresso Montezuma (Taxodium mucronatum), categoria protetta, di circa 70 anni, da un’indagine aggiuntiva molecolare eseguita dal dipartimento di agraria dell’Università Federico II di Napoli – sezione biologia e protezione dei sistemi agrari e forestali – è risultato affetto da funghi rari (appartenenti alla famiglia Phellinus e Ganoderma) che ne hanno distrutto le radici e corteccia rendendo l’area circostante, molto frequentata da bambini ed anziani, altamente pericolosa.

L’agronomo nella sua relazione ritiene ormai compromessa la stabilità dell’albero e chiede l’abbattimento della pianta monumentale alta 22 metri e con una circonferenza di cm 452. Tenuto conto della pericolosità dei funghi si consiglia di eseguire indagini anche sui soggetti arborei circostanti in modo da scongiurare un eventuale schianto improvviso, fenomeno abbastanza frequente in soggetti attaccati dai funghi Phellinus e Ganoderma.

Il sindaco Geremia Biancardi ha fatto sapere che sulla vicenda informerà anche le associazioni ambientaliste.

di ra.na.

NOLA. IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 APPRODA IN CONSIGLIO COMUNALE

Approda in consiglio comunale il bilancio di previsione 2014, l’assise cittadina dovrà infatti approvare l’importante documento finanziario nella seduta in programma domani, martedì 30 settembre 2014 alle 9.

Tra i capi all’ordine del giorno, oltre al bilancio di previsione, c’è il bilancio pluriennale 2014-2016 con allegata la relazione programmatica e previsionale per il triennio 2014-2016, tutti gli atti propedeutici all’approvazione come l’adozione degli schemi del programma triennale 2014-2016, il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari, l’approvazione delle aliquote IMU, l’approvazione del Piano Economico Finanziario e la determinazione delle aliquote TARI.

Quello di domani sarà certamente un consiglio comunale molto intenso. L’opposizione ha già preannunciato stamane in commissione bilancio parere contrario, chiedendo il rinvio del consiglio in quanto la documentazione relativa al bilancio sarebbe stata trasmessa in maniera incompleta.

“Solo oggi è stata fornita copia del dettaglio relativo alle entrate del capitolo IV (eventuali entrate derivanti da vendita di fabbricati e terreni, contributi da parte del governo – legge 219/80, decreti regionali vincolati alla realizzazione di opere pubbliche, oneri concessori derivanti da concessioni edilizie e condoni) – chiosa il leader dell’opposizione Domenico Vitale – quindi non siamo in grado di proporre eventuali emendamenti”.

Il presidente della commissione Raffaele Giugliano sostiene invece che tutti i consiglieri hanno ricevuto la proposta di bilancio di previsione e tutti gli allegati tramite posta elettronica certificata nei tempi previsti dal regolamento.

Ecco tutti i capi all’ordine del giorno della seduta di consiglio comunale di domani, martedì 30 settembre 2014:
1) Delibera di G.M. n°16 del 14/2/14 – D. Lgs 12.4.2006 n°163 art. 128 e D.M. del ministero delle infrastrutture e dei trasporti 9 giugno 2005 – Adozione schemi del programma triennale 2014/2016 e dell’elenco annuale 2014;
2) Delibera di G.M. n° 73 del 7/8/2014 ad oggetto: “Approvazione aliquote I.M.U. Anno 2014”;
3) Delibera di G.M. n°77 del 12/9/2014 – art. 172, comma 1, lettera c) del D. Lgs 18 agosto 2000 n°267, indisponibilità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie esercizio finanziario 2014 – Proposta di consiglio comunale;
4) Delibera di G.M. n°80 del 12/9/14 – Approvazione Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari (art. 58, decreto legge 25 giugno 2008, n°112) – Proposta di consiglio comunale;
5) Delibera di G.M. n°84 del 17/9/14 – Proposta al c.c. per determinazione tariffe mensili trasporto scolastico;
6) Delibera di G.M. n°85 del 17/9/14 – Tari 2014 – Approvazione piano finanziario e determinazione tariffe – Proposta al consiglio comunale;
7) Delibera di G.M. n°81 del 12/9/2014 – Bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 – Bilancio pluriennale triennio 2014/2016 – Approvazione;
8) Strada a scorrimento veloce per il collegamento del Vallo di Lauro con l’autostrada Caserta Salerno (A30) – Determinazioni;
9) Relazione di inizio mandato sindaco Geremia Biancardi (art. 4/bis D.Lgs.149/2011).

di ra.na.

SPERONE. OMAGGIO DELLA COMUNITA’ CITTADINA A SUOR ANNA SIMEONE

simeone 1Il Vescovo Beniamino Depalma ha officiato la celebrazione eucaristica nella chiesa di Sant’Elia profeta, con l’accompagnamento dei canti liturgici, proposti dal Coro parrocchiale, diretto dalla maestra Milena Maietta. L’omelia del presule è stata incentrato sull’importanza delle relazioni umane e sociali, che promuovono la crescita delle comunità.

E’ stato un bel ritrovarsi di tanti, giovani, adulti e famiglie. Ed è stato davvero grande l’abbraccio ideale, che le hanno riservato con emozionante partecipazione, nella chiesa di Sant’Elia profeta. Un abbraccio, di cui si sono rese interpreti e promotrici le associazioni che animano le molteplici attività della comunità parrocchiale, per rendere omaggio a Suor Anna Simeone. Una Festa d’accoglienza, semplice e sobria, di cui un saggio s’era già registrato l’8 settembre, quando una folta delegazione della stessa comunità, aveva partecipato alla cerimonia, con cui Suor Anna aveva pronunciato la professione dei voti per l’appartenenza all’Ordine delle Suore pallottine; cerimonia, svoltasi a Roma nella Casa gentilizia della Congregazione, che dall’800 in poi svolge un’attiva e intensa attività missionaria per l’evangelizzazione e di apostolato laico per la diffusione dei principi cattolici, alla luce dell’attualità delle istanze e delle linee ispiratrici della visione socio-formativa e didattico-educativa, di cui si rese assertore il fondatore della Congregazione, San Vincenzo Pallotti.

Il momento centrale della Festa si consumava nella celebrazione eucaristica, officiata dal vescovo della diocesi di Nola, Beniamino Depalma, con l’assistenza del parroco don Reinaldo Luis Arino Plata. Convincente l’omelia proposta dal presule, che focalizzava, in particolare, il profondo significato della scelta di vita di Suor Anna, “una vocazione, che si dirama dal Sacramento del battesimo, quale progetto di Dio”. Un altro passaggio essenziale delle riflessioni di Depalma era ispirato dall’importanza dello spirito di comunità, per il quale si vivificano e valorizzano le relazioni umane e sociali; relazioni, alla cui ricchezza di valori si rapporta la crescita civile della comunità. Una crescita, alla quale tutti sono chiamati a concorrere secondo le proprie attitudini, capacità e possibilità. E la Festa dell’accoglienza dedicata a Suor Anna- concludeva il presule- costituisce un significativo momento di vita comunitaria.

simeone 2La promozione dello spirito comunitario e l’evangelizzazione, la cui correlazione segna ed esalta l’autenticità del vivere cristiano, erano evidenziate dal parroco don Reinaldo Luis Arino Plata, che ringraziava il vescovo Depalma per la presenza a Sperone e per la partecipazione alla Festa dell’accoglienza. Momento d’intensa emozione era segnato dall’Atto di professione di voti e fede alla Congregazione delle “Pallottine”, che Suor Anna rinnovava, prostrandosi ai piedi dell’altare maggiore, dedicata a Sant’Elia profeta, patrono della cittadinanza. La cornice e la scansione della celebrazione eucaristica aveva il contrappunto dei canti liturgici, ben intonati e calibrati dal folto Coro parrocchiale, diretto dalla maestra Milena Maietta.

Presente la delegazione delle istituzioni cittadine, con il sindaco Marco Santo Alaia e il vice-sindaco Marisa Napolitano. E al termine della celebrazione eucaristica, il “primo cittadino” consegnava a Suor Anna una targa di testimonianza, identificativa della cittadinanza di Sperone, con “l’augurio di proseguire con entusiasmo e calore nel percorso di luce intrapreso”. Suor Anna visibilmente commossa ringraziava la comunità per l’accoglienza che le ha riservato, con il ricordo dell’educazione ricevuta dai genitori e della madre “che non c’è più”; educazione di sani principi, che porta con sé.

di Geo

IL SUCCESSO DELLA IV EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL TEATRO DI CASAMARCIANO APRE NUOVI SCENARI ARTISTICI PER L’AREA NOLANA

Il Festival Nazionale del Teatro Città di Casamarciano, nato nel 2011 per proporre teatro alla gente, come strumento di riflessione del vivere quotidiano, definito dal sindaco Andrea Manzi “la nuova creatura culturale”, in appena quattro anni è riuscito a diventare a pieno titolo una stella nel panorama culturale dell’intera area nolana, dimostrando con i fatti che quando si vuole, si può!

Il Festival infatti ha bruciato le tappe riuscendo a centrare tutti gli obiettivi: esaltare il territorio nolano e la propria competitività nell’offerta turistico-culturale; intercettare nuovi flussi turistici; rafforzare l’immagine della Città di Casamarciano; migliorare la qualità degli eventi.

I numeri di quest’anno sono da record, oltre cinquemila spettatori in 12 giorni (nella prima edizione furono 5, nella seconda 7, nella terza 9) di teatro, musica e spettacolo con artisti del calibro di Giorgio Albertazzi, Massimo Wertmuller, Giobbe Covatta, Clementino. Molto applaudite le esibizioni artistiche delle compagnie partecipanti alla rassegna: Compagnia del Pomodoro di Bologna; Gad di Pistoia; Nuova Compagnia Teatrale Il Canovaccio di Leonforte (Enna); Gruppo Gioco Teatro di Roma; Mani e Vulcani di Maurizio Merolla; Compagnia Pro Loco di Casamarciano; Compagnia Attori Animali.

“Una edizione storica – afferma il sindaco Andrea Manzi – resa possibile dal contributo della squadra amministrativa e comunale, dalla disponibilità della famiglia Mercogliano, proprietaria della stupenda location di Santa Maria del Plesco. Una kermesse che ha saputo sposare la cultura con l’enogastronomia e le attività produttive del nostro territorio, che è affamato di cultura ed il rilancio delle sue potenzialità è l’unico possibile trampolino di lancio per l’intera area nolana”.

Sicuramente le felici intuizioni del sindaco Manzi e del direttore artistico del Festival, Nicolò Nicosia, sorprenderanno ancora nelle prossime edizioni.

di ra.na.

IL COMUNE DI NOLA ADERISCE AL PROGETTO DELLA GIUNTA REGIONALE PER L’INSERIMENTO DEI GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

La Giunta Regionale della Campania ha messo a punto nuovi percorsi volti a facilitare l’ingresso dei giovani campani nelle realtà lavorative. Il nuovo programma operativo nazionale destinato alle fasce giovanili si chiama “Garanzia Giovani Campania”.

Il piano prevede l’inserimento nel mondo del lavoro attraverso stage e tirocini da svolgere presso le pubbliche amministrazioni con oneri a carico della Regione. L’assessore regionale al lavoro Severino Nappi ha illustrato il progetto ai sindaci dei comuni campani.

“E’ una reale opportunità per i ragazzi – ha dichiarato l’assessore Nappi – che in questo modo potranno acquisire competenze in ogni settore. Ogni ragazzo – ha continuato l’assessore – potrà svolgere fino a sei mesi di tirocinio e avere una retribuzione di € 500,00 mensili. Le spese – ha concluso Severino Nappi – saranno interamente sostenute dalla Regione che ha investito nel progetto 650 milioni di euro”.

Il progetto della Regione Campania rientra nel programma voluto dall’Europa ed è destinato ai ragazzi da 15 a 29 anni.

Il primo passo per le Pubbliche Amministrazioni è aderire al programma compilando il modulo online sul sito www.regione.campania.it.

Dopo l’adesione sarà possibile presentare i progetti di tirocinio che, con cadenza settimanale, saranno approvati e pubblicati sul sito del comune.

L’assessorato regionale al lavoro ha predisposto sul suo portale una task-force di supporto ed accompagnamento agli Enti Locali.

La convenzione dovrà essere stipulata con un soggetto promotore come l’Agenzia per il lavoro e l’istruzione (ARLAS).

“Siamo sempre attenti a cogliere ogni opportunità per i giovani – ha dichiarato il sindaco di Nola Geremia Biancardi – quindi faremo la nostra parte come del resto abbiamo sempre fatto”.

di ra.na.

NOLA. L’ASSOCIAZIONE “CIELO E GRANO” E LA CARITAS RIPULISCONO DAI RIFIUTI LA ZONA DI PIAZZA D’ARMI, FOLTA LA PARTECIPAZIONE DEGLI IMMIGRATI ALL’INIZIATIVA

cielo e grano 1Una lodevole iniziativa quella promossa stamane dall’associazione “Cielo e Grano” con la partecipazione della Caritas di Nola di ripulire la parte dell’area a parcheggio di piazza d’Armi ed il viale adiacente fino alla Circumvesuviana.

Numerosa è stata la partecipazione degli immigrati i quali durante la settimana per molte ore al giorno sostano in quell’area spesso soggetta ad uno stato di forte degrado.

cielo e grano 2“Ho ricevuto il sostegno del coordinamento dell’ambito n. 23 nonché degli assessori comunali all’ambiente e ai beni culturali, che si sono resi disponibili a supportare altre iniziative con la partecipazione diretta – dichiara Francesco Conventi, uno dei promotori e membro dell’associazione ‘Cielo e Grano’ – Occorre sostituire le parole ai fatti, invitiamo l’amministrazione comunale ed in particolare chi ne ha competenza di dotare l’area (piazza d’Armi, zona chiosco di Nuvola viaggi fino all’edicola nei pressi della Circumvesuviana) di campane di vetro o raccoglitori per lattine di plastica e carta in modo da rendere più agevole e proficua la raccolta differenziata, evitando quel degrado che rende invivibile l’area. Agli uffici comunali competenti – conclude Francesco Conventi – chiediamo la rimozione immediata di tanti rifiuti ammassati in buste di plastica da oltre due mesi lungo il perimetro di via A. Renzullo”.

Purtroppo sono cadute nel vuoto tutte le segnalazioni fatte anche da ilc@zziblog alla polizia municipale e agli uffici comunali preposti al controllo della raccolta differenziata per la rimozione dei tanti rifiuti ammassati nell’area di piazza d’Armi. Una situazione assurda se si pensa che alcuni giorni fa Nola con il 56,68% si è classificata al terzo posto nella graduatoria regionale come comune virtuoso nella raccolta differenziata.

di ra.na.

Post Navigation

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 101 follower