ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

OSPEDALE DI NOLA. (NUOVO) PRONTO SOCCORSO, (VECCHI) PROBLEMI

pronto soccorso nola 1Quattro infermieri, tre medici (tra cui un chirurgo) e tre operatori socio-sanitari, sono queste le risorse umane impiegate nel nuovo pronto soccorso dell’ospedale di Nola, una struttura rinnovata di circa mille mq (il “vecchio” pronto soccorso era duecento mq con in dotazione lo stesso personale), inaugurata a sorpresa lo scorso 24 luglio con tanto di benedizione del vescovo di Nola Beniamino Depalma, alla presenza dei massimi vertici aziendali con in testa il direttore generale Maurizio d’Amora.

Una struttura abbastanza ampia dove l’enorme difficoltà a seguire i pazienti da parte dei medici e del personale infermieristico, dovuta essenzialmente alla suddivisione poco funzionale delle stanze, vanifica quei pochi passi in avanti fatti per portare a termine i lavori. Ad aggravare la situazione si aggiunge poi la chiusura del reparto cardine di osservazione breve intensiva per 9 posti letto. E pensare che proprio questo reparto, insieme alla rianimazione e al nuovo complesso delle sale operatorie, avrebbe dovuto dare maggior respiro e funzionalità alle tante criticità della medicina multi specialistica, che sulla carta è da due anni destinataria di altri 16 posti letto, in realtà mai potuti utilizzare in quanto il reparto ha dovuto dare spazio prima alla ristrutturazione della cardiologia ed attualmente a quella dell’ortopedia. Le barelle nel reparto di medicina, che avrebbero dovuto essere solo un vecchio e lontano ricordo del passato, continuano inesorabilmente ad essere pesantemente presenti, peggiorando la qualità di assistenza al paziente.

Un’assurdità che preoccupa non poco il bacino d’utenza – circa 600 mila persone – del Santa Maria delle Pietà di Nola. La punta di diamante che avrebbe dovuto avviare il rilancio del nosocomio cittadino, il nuovo pronto soccorso, affoga intanto nei suoi anacronistici limiti, con personale insufficiente e la mancanza di una riorganizzazione dei servizi ed un censimento dell’intero organico che in alcune realtà ospedaliere (vedi Pollena Trocchia) o distretti sanitari è in esubero, rendendo così sempre più incerto il futuro e la qualità delle prestazioni sanitarie dell’area nolana. Sono in tanti a chiedersi: che ne sarà dell’emodinamica, fortemente voluta dal primario della cardiologia Luigi Caliendo, se alla fine non ci sarà un adeguato e sufficiente personale specialistico? Sono tutti problemi che dovranno essere chiariti al più presto, anche se i vertici aziendali – in scadenza a fine mese – sembrano per ora più presi dalla forsennata ricerca di sponsor utili per le riconferme. Il diritto alla salute è sacro e non può aspettare.

“Il pronto soccorso dell’ospedale di Nola non è efficiente – afferma il sindaco Geremia Biancardi – dispone di personale medico ed infermieristico insufficiente. Chiedo alla politica di fare un passo indietro nell’interesse della collettività, occorre al più presto mettere il presidio ospedaliero bruniano nelle condizioni di operare con personale sufficiente, bloccando le fughe degli operatori ospedalieri verso i distretti sanitari ed utilizzando personale in esubero di alcune realtà poco operative”.

di ra.na.

NOLA. FIOCCO ROSA IN CONSIGLIO COMUNALE, EMMA VECCHIONE DIVENTA MAMMA

proclamazione cc nola 7 7 14 foto 2Fiocco rosa in casa Paolillo-Vecchione per la nascita di Carolina, la primogenita della consigliera comunale di Nola Emma Vecchione (NCD-UDC).

La piccola, che pesa 3,810 kg, è venuta alla luce venerdì 12 settembre presso la clinica “La Madonnina” di San Gennaro Vesuviano. “Non ho mai pianto tanto di gioia”, ha dichiarato la consigliera. Ad esprimere vive congratulazioni alla neo mamma Emma, al neo papà Michele ed ai nonni Maria Grazia, Erasmo, Carolina e Lucio l’intero consiglio comunale e la redazione de ilc@zziblog.

A seguito della recente riforma legislativa sulla parità di genere, la nuova assemblea bruniana uscita dal responso delle urne lo scorso giugno conta ben otto donne elette alla carica di consigliere comunale: Cinzia Trichese (FI), Carmela De Stefano (FI), Laura Napolitano (FI), Giuseppina La Marca (Socialisti-Hyria), Carmela Scala (NCD-UDC), Emma Vecchione (NCD-UDC), Maria Franca Tripaldi (Io sto con la Tripaldi), Luisa Marone (PD-Città Viva).

Con l’ingresso in giunta di Cinzia Trinchese e Carmela De Stefano sono subentrate in consiglio comunale Ines Miccio (FI) e Maria Esposito (FI).

C’è già chi giura che in questa consiliatura ci saranno altri lieti eventi, si scommette sul sesso del prossimo nascituro.

di ra.na.

NOLA. SPORTING CLUB, C’E’ L’AGIBILITA’

Carmela De Stefano

Carmela De Stefano

La commissione di vigilanza comunale ha rilasciato oggi, venerdì 12 settembre, il certificato di agibilità per lo stadio “Sporting Club” di via Seminario.

Il certificato, che mancava alla struttura sportiva, è stato riconosciuto dopo i lavori effettuati nei mesi scorsi per la costruzione di nuove tribune e infrastrutture.

La nuova capienza dell’impianto è di 1.290 (milleduecentonovanta) spettatori.

“È un risultato che comunichiamo con grande soddisfazione – dichiarano gli assessori allo Sport Carmela De Stefano ed ai lavori pubblici Enzo De Lucia – perché con questo certificato completiamo un percorso cominciato già nella scorsa consiliatura. Ringraziamo i componenti della commissione che hanno agito con tempestività, dimostrando come il gioco di squadra porti sempre al raggiungimento dell’obiettivo”.

“Oggi Nola ha un piccolo ma accogliente stadio – afferma il sindaco Geremia Biancardi –, con un terreno di gioco sintetico di ultima generazione, nuove e comode tribune e tutte quelle opere di complemento, necessarie al buon funzionamento dell’impianto. È un risultato importante perché colma quella lacuna che impediva la fruizione dell’impianto tanto atteso dagli sportivi e dai tifosi”.

(CS)

NOLA. COMUNITA’ DELLA STELLA IN FESTA

stella nolaI festeggiamenti in onore di Santa Maria della Stella nel 50° anniversario della comunità parrocchiale partiranno domani, sabato 13 settembre, e dureranno fino a lunedì 15.

Prevista per domenica 14 settembre alle ore 17 la processione con il seguente itinerario: lago di Como, via Tevere, piazza lago di Garda, via Po, via Volturno, via Stella, via San Paolo Belsito, via Circumvallazione fino al ponte, via Amilcare Boccio fino alle suore della pace, via Aldo Moro, via Amerigo Vespucci, via Madonna delle Grazie fino a concludersi con il ritorno nel viale della parrocchia.

Al termine della processione (ore 19:30) Santa Messa presieduta dal Vescovo di Nola, S.E. Mons. Beniamino Depalma.

[13-14-15 settembre] – Sagra della Stella: “Gli Antichi Sapori”.

Sabato 13 settembre ore 20:30: “Stasera è nostra”, spettacolo di canzoni napoletane con Fabio Ciola.

Domenica 14 settembre ore 20:30: “Luca Sepe Show”.

Lunedì 15 settembre ore 20:30: “Senti la Corrida” V edizione – spettacolo a premio con libera partecipazione.

In occasione del 50° anniversario della comunità parrocchiale Papa Francesco concede l’indulgenza plenaria a tutti coloro che nel mese di settembre si recheranno in preghiera nella chiesa parrocchiale, secondo le consuete disposizioni.

di ra.na.

NOLA. IL FORUM GIOVANI APRE LO SPORTELLO A.T.A.

Il Forum Giovani del Comune di Nola in concomitanza con l’annuncio del concorso relativo all’accesso alle graduatorie di terza fascia per il personale A.T.A., comunica l’istituzione di uno sportello orientativo e informativo per la compilazione gratuita della domanda di immissione nelle graduatorie di circolo.

Grazie alla cortese collaborazione di un consulente del lavoro e dei ragazzi del Forum sarà possibile per tutti gli interessati compilare la domanda. Inoltre nella stessa sede sarà presente un’operatore di un centro di formazione, convenzionato con il Forum, per eventuali suggerimenti e indicazioni sull’acquisizione di titoli valevoli per i vari profili professionali richiesti dal bando.

Tale sportello sarà a disposizione degli utenti nei giorni 17/18/19-22/23/24 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso la sede del forum giovani sita in Corso Tommaso Vitale 109 di fronte la Farmacia Nappi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina facebook del Forum oppure scrivere una e-mail a: forumgiovaninola@hotmail.it

(CS)

ECCIDIO DI NOLA, LA CITTA’ RICORDA NEL 71° ANNIVERSARIO

eccidio di nola 2014Assorbito ormai il dolore, come componente irrinunziabile del mio carattere e del mio modo d’essere, dato il tempo trascorso, essendo io figlio di una delle vittime della prima rappresaglia nazista contro il popolo e l’esercito italiano, dopo l’8 settembre del’43, il tenente Alberto Pesce (il differente cognome deriva dalla mia famiglia adottiva); posso riferirmi, ora, con pienezza di sentimento, alla gioia di essere oggi, 11 settembre 2014, qui a Nola, accolto da amici, cittadini e Autorità che non mancano di far sentire a me e ad altri familiari dei caduti, affetto e ferma volontà di partecipazione per non dimenticare; per un futuro migliore.

Sono, quindi, particolarmente lieto e motivato nell’indossare i panni del giornalista (una delle mie anime) per fornire proprio io, nella mia condizione, dall’interno dell’evento, diciamo, un resoconto della semplice, ma intensa cerimonia con la quale, dopo un breve corteo, è stata deposta una corona d’alloro davanti al monumento ai caduti, e sono state dette poche commoventi parole, in ricordo di coloro che 71 anni fa, diedero la vita per l’Italia.

Va sottolineato l’impegno della Municipalità di Nola, che, come sempre ha celebrato la ricorrenza; in particolare il sindaco Geremia Biancardi, l’assessore ai beni ed attività culturali Cinzia Trinchese, che è stata sempre in prima fila nel promuoverla ed organizzarla; va sottolineata la presenza fraterna dell’Esercito Italiano, al quale i caduti sono appartenuti fino al supremo esito della morte, che non ha mancato di farsi sentire molto fortemente, attraverso la coinvolgente figura del Generale Gaspare Schiavone del Polo Mantenimento Sud, di stanza a Nola.

eccidio di nola 2014 2Il Rotary Nola – Pomigliano d’Arco, che è sempre stato, fin dall’inizio, un punto di riferimento della memoria, in persona del presidente Giacomo Abbate accompagnato dall’intero direttivo, è intervenuto e ha posto in evidenza come, col passare del tempo, il ricordo del tragico evento nolano di 71 anni fa, abbia trovato addirittura incremento, e non oblio, in ambito rotariano.

Infine un particolare pensiero sento di dover rivolgere all’Associazione Nazionale “Amici del Marciapiede”, presente al gran completo, sotto la guida del presidente Giulio La Marca, che mi ha concesso l’onore e il privilegio del titolo di socio onorario e, in tale veste, mi ha conferito l’incarico, anche a nome di altre Autorità e della Municipalità di Nola, come il sindaco Biancardi e l’assessore Trinchese mi hanno personalmente confermato, di indirizzare una lettera al sindaco di New York, per una forma di gemellaggio tra le città di Nola e New York, essendoci molti punti affinità, tra cui, oltre alla nutrita presenza di una comunità nolana nella città d’Oltreoceano, e alla Festa del Giglio di Brooklyn, che si riallaccia alla storica Festa dei Gigli di Nola, proprio le date allineate in modo singolare dell’11 settembre 1943 e 11 settembre 2001, che vedono entrambe la contrapposizione della Democrazia da una parte e dell’odio dall’altra, con l’auspicio che il BENE prevalga, infine, sempre sul MALE.

La lettera è stata da me redatta e spedita ai miei amici nolani e, in un breve arco di tempo sarà consegnata direttamente nelle mani di Bill de Blasio.

Per finire richiamo l’attenzione sulla vita che prosegue e già da domani si svolgerà anche attraverso le manifestazioni della celebrazione del bimillienario Augusteo in Nola.

di Alberto Liguoro

NOLA E NEW YORK “UNITE” DALL’11 SETTEMBRE E DALLA FESTA DEI GIGLI, GLI AMICI DEL MARCIAPIEDE PROPONGONO A DE BLASIO UN GEMELLAGGIO

“Città di Nola, gemellata con New York”, la proposta arriva dall’associazione nazionale Amici del Marciapiede che, attraverso lo scrittore Alberto Liguoro, ha indirizzato una lettera al sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, spiegando i motivi che sono alla base della richiesta.

Due realtà, Nola e New York, così lontane geograficamente eppure così vicine per almeno due aspetti storico-culturali particolarmente rilevanti.

“Un singolare e drammatico allineamento astrale unisce Nola e New York – scrive Liguoro nella lettera indirizzata a de Blasio – una data: l’11 settembre”. Correva l’anno 1943 quando nella città campana si consumava proprio l’11 settembre la prima rappresaglia tedesca in Italia, dopo la proclamazione dell’armistizio dell’8 settembre. “A seguito della morte in combattimento di un tenente tedesco, furono fucilati 10 ufficiali italiani, tra cui mio padre”, ricorda Alberto Liguoro, che tra l’altro recentemente ha scritto il romanzo storico “Nola, cronaca dall’eccidio”.

Cinquantotto anni dopo, sempre l’11 settembre, New York subisce il più spaventoso attacco di matrice terroristica che la storia possa registrare, con il dirottamento di due aerei di linea schiantatisi sulle Twin Towers e la morte di centinaia e centinaia di persone.

A legare tuttavia le due città – scrive Liguoro nella lettera a de Blasio – v’è anche un’altra situazione simbolica di portata storica, culturale e popolare che, come un sigillo, evidenzia il legame di affratellamento e condivisione sostanziale, “la Festa del Giglio in onore di San Paolino a Brooklyn (ed altri quartieri di New York, fin dal giugno 1903, con notevole incremento negli ultimi tempi) e la Festa dei Gigli a Nola, che ha recentemente avuto il riconoscimento di Patrimonio Ideale dell’Umanità dall’UNESCO”.

“Il senso di originalità, anzi unicità, forza, pienezza di sentimenti, musicalità, coralità che esplode, quasi, in esse e si espande, non può essere descritto; solo partecipando, ritrovandosi tra la folla, sentendo i ritmi, i richiami, seguendo le ritualità, si può comprendere in pieno”, sottolinea Alberto Liguoro che, con questa lettera indirizzata al primo cittadino della Grande Mela, insieme agli Amici del Marciapiede (di cui fa parte in qualità di socio onorario) e all’amministrazione comunale, intende portare all’attenzione di de Blasio una richiesta, da qualche tempo, molto sentita e caldeggiata sia a Nola, che a New York, dove risiede una consistente comunità di nolani: “un gemellaggio, o un altro atto formale, eventualmente, ritenuto più adatto, che, in ogni caso, renda, in modo palese e ufficiale, veramente consistente e indissolubile l’abbraccio ideale tra Nola e New York”.

di Autilia Napolitano

NOLA. BIMILLENARIO MORTE OTTAVIANO AUGUSTO, AL VIA LE CELEBRAZIONI (GLI EVENTI DEL PROSSIMO WEEKEND)

manifesto augustoSarà il convegno “Augusto: l’uomo e il potere” ad aprire il ciclo di manifestazioni promosse dall’amministrazione comunale in occasione del bimillenario della morte del primo imperatore romano Ottaviano Augusto. L’incontro si terrà alle 17 di domani, venerdì 12 settembre, nel museo archeologico di via Senatore Cocozza e vedrà la presenza di Mario Cesarano, archeologo della soprintendenza dei beni archeologici dell’Emilia Romagna.

Sabato 13, invece, le strade del centro storico saranno interessate dalla parata storica della “VIIII Legio”, associazione culturale di Adria, in provincia di Rovigo, che si occupa di rievocazioni storiche. Sempre la VIIII Legio, nel pomeriggio, allestirà un vero e proprio accampamento militare romano: dalle 18 alle 22 nel parco archeologico urbano di via Merliano, si terranno i laboratori didattici per i bambini. Identica la location per i festeggiamenti in onore dell’imperatore, previsti per le 20 di sabato, che prevedono il banchetto di corte con la degustazione di pietanze dell’epoca e l’esibizione del “Gruppo danza antica” di Villadose in provincia di Rovigo e dell’associazione “Prometeo gymnasium”.

Le attività dei laboratori didattici per i bambini proseguiranno anche domenica dalle 9 alle 13.

Il calendario degli eventi promossi dall’amministrazione comunale proseguirà fino al 14 ottobre.

(CS)

NOLA. CRONACA DI UNA “SEDUTA (E LETTURA) FIUME” DI CONSIGLIO COMUNALE

Un consiglio comunale convocato sul filo di lana per la determinazione delle aliquote della TASI (Tassa servizi individuali), la cui scadenza è fissata per la mezzanotte di oggi.

Secondo il censimento ufficiale del dipartimento delle finanze (fonte Sole 24 ore) sono 5.300 gli enti locali con il quadro delle aliquote già definito e pubblicato. Mancano all’appello quasi 2.800 comuni, cioè il 35% del totale.

La scadenza di oggi riguarda la trasmissione delle delibere al ministero, attraverso il portale del federalismo fiscale, ma il dipartimento delle finanze ha tempo fino al 18 settembre per la pubblicazione.

Le regole sull’IMU (Imposta Municipale Unica) e sulla TARI (Tassa sui rifiuti) invece possono essere determinate entro il 30 settembre, con la scadenza del bilancio di previsione.

I comuni che non vedranno pubblicata la delibera entro il 18 settembre impegneranno i cittadini/contribuenti a pagare la TASI ad aliquota standard dell’1 per mille, senza detrazioni e con pagamento in un’unica soluzione. In tal caso le conseguenze sono ancora più spiacevoli per le famiglie numerose, oltre alla mancata detrazione di € 200,00 con l’IMU era prevista una detrazione aggiuntiva di € 50,00 per ogni figlio a carico convivente fino a 26 anni.

Per gli altri immobili (seconde case, aree D, aree fabbricabili, cat. C1,C3, A1) – secondo il Sole 24 Ore – la TASI standard si aggiungerà all’IMU, a meno che che quest’ultima non abbia già raggiunto da sola il tetto del 10,60% per mille (ovvero il massimo).

La seduta di consiglio comunale di ieri aveva cinque capi all’ordine del giorno: 1) lettura ed approvazione verbali sedute precedenti; 2) Delibera di G.M. n. 71 del 1 agosto ad oggetto Regolamento per l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale; 3) Delibera di G.M. n. 72 del 1 agosto ad oggetto Approvazione aliquote TARI (Tassa rifiuti); 4) Delibera di G.M. n. 73 del 7 agosto ad oggetto Approvazione aliquote IMU (Imposta Municipale Unica); 5) Delibera di G.M. n. 74 del 7 agosto 2014 Approvazione aliquote TASI (Tassa servizi Individuali).

Ad inizio di seduta dopo il minuto di silenzio in onore del capitano Paolo Piero Franzese deceduto nello scontro tra Tornado del 19 agosto scorso, si entra nel vivo della discussione dei capi all’ordine del giorno.

Fatto singolare ed inusuale a creare problemi ed accese discussioni, anche aspre tra consiglieri comunali di opposizione, il presidente del consiglio ed il sindaco è la lettura ed approvazione verbali sedute precedenti; un capo che viene messo all’ordine del giorno dei consigli comunali fin dalla vecchia legge provinciale e comunale del 1918, modificata nel 1934, la cui approvazione e lettura viene approvata per alzata di mano senza la materiale lettura dei verbali.

I consiglieri Vitale, Cutolo e Pizzella si appellano all’art. 49 del regolamento dell’assemblea comunale, che disciplina che i verbali delle sedute dei consigli comunali devono essere depositati per 15 giorni presso la presidenza del consiglio comunale ed il segretario generale da comunicazione ai consiglieri comunali per la lettura ed eventuali rettifiche, poiché tale adempimento non è stato fatto, quindi l’approvazione deve necessariamente passare per la lettura dei verbali. Alla richiesta, formalmente corretta, ma inusuale e mai capitata nella storia repubblicana del comune di Nola, si associa anche la consigliera Tripaldi. Purtroppo nemmeno la mediazione del capogruppo di Forza Italia Roberto De Luca riesce, ed in un’aula affollata di cittadini si è proceduto alla lettura dei verbali; lettura durata due ore precise (dalle 18:35 alle 20:35). Molti cittadini hanno abbandonato l’aula ed alle ore 20:45 si è iniziato a discutere degli altri capi all’ordine del giorno.

La vice-presidente del consiglio comunale Giuseppina La Marca ha chiesto la parola ed ha evidenziato come la decisione dell’opposizione abbia allontanato i cittadini dall’aula, dissociandosi da un consiglio comunale che sicuramente sarà ricordato come unico ma anche ridicolo, nonostante che il regolamento fosse stato formalmente rispettato.

A questo punto il capogruppo di Forza Italia Roberto De Luca chiede l’inversione del 5 capo all’ordine del giorno con il 2 capo, cioè l’approvazione delle aliquote TASI con quello del regolamento dell’Imposta Unica Comunale.

L’opposizione non è d’accordo in quanto ritiene che non possono essere determinate le aliquote della TASI prima dell’approvazione del regolamento.

Alla fine il capogruppo De Luca ritira la proposta e si inizia ad approvare il regolamento articolo per articolo, per poi passare all’approvazione complessiva, così come previsto dal regolamento. Il regolamento viene approvato con 15 voti favorevoli (maggioranza compatta) e 6 astenuti (opposizione).

La consigliera Carmela Scala ritiene che il regolamento sia asettico, scaricato da un sito qualunque e non rispetta la realtà economica della nostra città e non è stato discusso nella competente commissione.

Sul terzo capo all’ordine del giorno TARI (Tassa rifiuti) scadenze rate la consigliera Scala: “E’ una delibera illegittima, non viene rispettato l’arco di tempo tra la prima e la terza rata; il saldo non c’è perchè manca il PEF (Piano Economico Finanziario) in quanto affidato all’Agenzia di Sviluppo Locale. Vorrei sapere perchè i cittadini non devono conoscere l’importo esatto da pagare”. Il consigliere Enzo Iovino: “Sono contrario all’affidamento dell’attività di supporto dell’ufficio ragioneria del comune all’Agenzia di Sviluppo, si poteva fare un bando pubblico per dare lavoro a tempo determinato a giovani nolani. Un affidamento per imbustamento ed altre poche incombenze per un costo di € 120,000,00 all’anno è una vergogna”.

Alla fine l’assessore riferisce che le date di scadenza saranno 16 ottobre primo acconto per un importo pari al 40% di quanto pagato nel 2013; il 16 dicembre un secondo acconto pari ad un altro 40%; il saldo il 16 febbraio 2015; il tutto è legato all’approvazione del PEF.

La proposta passa con 15 voti favorevoli e 6 contrari.

Il quarto capo all’ordine del giorno, dopo ampia discussione sulla proposta della consigliera Tripaldi di ridurre l’aliquota dei terreni agricoli dal 10,60 per mille (aliquota massima) allo 0,6 per mille e la proposta del capogruppo De Luca di rinvio per vedere l’importo del mancato gettito per effetto della riduzione passa la proposta del rinvio di De Luca.

Le aliquote IMU sono invariate rispetto al 2013: 0,3 per mille per abitazioni principale solo categorie: A1, A8 e A9; 0,106% per tutti gli altri immobili (seconde case, terreni agricoli a conduzione diversa dal coltivatore diretto, aree D, aree Fabbricabili, cat,C1, C3 A10).

0,760 per abitazioni con contratti di locazione registrati, mentre per le abitazioni concesse in comodato d’uso a parenti (uno solo) in linea retta entro il primo grado che l’utilizzano per abitazione principale per una rendita catastale non superiore ad € 500,00, mentre l’anno scorso era 600,00 euro.

Sul 5 capo all’ordine del giorno, la TASI, l’amministrazione ha scelto di applicare le aliquote progressive in base alle rendite catastali.

Per le abitazioni principali diverse da A1, A8 e A9 e relative pertinenze da € 0 ad € 600,00 il 2,5 per mille; da 601 ad € 1000,00 il 2,9 per mille; oltre 1000,00 il 3,3 per mille per tali abitazioni c’è una detrazione di € 200,00.

Per le abitazioni principali classificate A1 A8 A9 e relative pertinenze l’aliquota è del 3,3 per mille; abitazioni locate con contratto di locazione regolarmente registrato 2,8 per mille per questa tipologia di abitazioni non si applicano le detrazioni.

Le scadenze sono prima rata 50% del dovuto il 16 ottobre 2014, mentre il saldo il 16 dicembre 2014.

Per l’IMU la scadenza acconto 16 giugno e saldo 16 dicembre.

Sul quinto capo all’ordine del giorno la consigliera Carmela Scala pone il problema delle abitazioni merci (cioè abitazioni invendute che non pagano l’IMU ma debbono pagare la TASI, mentre il pagamento non è previsto, in questo caso può ravvisarsi un danno erariale per l’Ente); inoltre la stessa chiede che per equità fiscale la TASI possa essere applicata al reddito familiare e non alle rendite catastali.

Il consigliere Vitale afferma che è fondamentale per l’applicazione delle aliquote TASI i servizi che si offriranno ai cittadine e nello specifico chiede le scelte e i costi dei servizi individuati che ammontano ad € 2.059.000,00.

Alla fine l’opposizione propone la non istituzione della TASI, la cui proposta viene respinta con 15 voti contrari e 6 favorevoli.

Prima di sciogliere la seduta la Tripaldi chiede cosa sta facendo l’amministrazione per la rimozione delle lastre di amianto abbandonate in via Feudo, le cui foto sono su tutti i social network.

Il sindaco: “Attualmente è in atto una gara per affrontare il problema, purtroppo il problema dell’abbandono dei rifiuti (soprattutto speciali) da parte di incivili ci costringe tutto l’anno ad intervenire”.

Alle 23:43 la seduta viene sciolta.

di ra.na.

SALONE MONDIALE TURISMO SITI UNESCO, SOMMESE: “NO A POLEMICHE INUTILI, LAVORIAMO INSIEME PER CRESCITA TERRITORIO NOLANO”

“Le polemiche, soprattutto se inutili, non hanno mai prodotto risultati positivi. Perciò non servono. Serve invece lavorare insieme per il perseguimento degli obiettivi comuni. Il mio, e, sono convinto, quello del sindaco Biancardi, è la crescita di Nola e del territorio, su cui sono impegnato da anni e a cui dedico una parte importante della mia azione per la valorizzazione turistica e culturale della Campania”.

L’assessore regionale al Turismo e ai Beni culturali Pasquale Sommese getta acqua sul fuoco della polemica alimentata nei giorni scorsi e relativa alla mancata partecipazione della città al Salone mondiale del Turismo nei siti Unesco, in programma a Padova dal 19 settembre.

“Biancardi sa bene – sottolinea Sommese – che la Regione non ha aderito al Salone, e quindi Nola non poteva partecipare; come sa bene che il riconoscimento alla Festa dei Gigli come patrimonio immateriale Unesco è giunto dopo la programmazione degli eventi 2014; e sa soprattutto, per le tante iniziative portate avanti in questi anni, il mio grande impegno verso la nostra terra. Perciò, ora che la campagna elettorale che ci ha visti su posizioni diverse è finita, guardiamo avanti e pensiamo a quello che c’è da fare per assicurare alla città e al territorio crescita, benessere e sviluppo”.

(CS)

Post Navigation

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 100 follower